Recensione: “Mangiatori di morte” (Eaters of the dead, 1976) di Michael Crichton

Un romanzo di Crichton? Davvero? Non so a quanti, presi dalla passione del fantastico o quanto meno dall’irrequietudine, sia venuta voglia prima o poi di leggere i progenitori del genere: quelle cronache antiche gremite di popoli sconosciuti, leggende e mostri, oscillanti tra il realismo dell’Anabasi di Senofonte e la fantasia sfrenata della Navigazione di San Brandano, passando per il Milione. In queste letture lascia esterrefatti la piattezza della narrazione: ogni giorno, tante miglia percorse, tanti […]